Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

Majorana in lista Ministeriale - Fase 2 PDF Stampa E-mail
giovedì 16 ottobre 2008

Majorana in lista Ministeriale - Fase 2 Il Ministero inserisce il Majorana nella lista del concorso Premiare i risultati delle PP.AA. per l'anno  2009.

Come già riportato in un precedente articolo, il nostro progetto era già stato pubblicato nel sito del  Ministero:

Il “Majorana” selezionato dal ministero 


Ma vediamo meglio questa seconda fase, nelle descrizioni sotto riportate.

 



Dal sito governativo:  Qualità Pubblica Amministrazione

Riconoscere il merito: la nuova fase della strategia di modernizzazione della PA

Parte una nuova fase nella strategia di riforma della Pubblica amministrazione, con l'iniziativa "Non solo fannulloni", per valorizzare, premiare e diffondere i casi di buona amministrazione.


Al via il Concorso "Premiamo i risultati"

“Premiamo i Risultati” è un concorso promosso dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione - Dipartimento della Funzione Pubblica, finalizzato a premiare i risultati e l’impegno a migliorare le performance nonché a valorizzare gli esempi di buona amministrazione. Sono oltre 700 le candidature pervenute.


Per una pubblica amministrazione di qualità

Per una pubblica amministrazione di qualità è un'iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica per promuovere, su tutto il territorio nazionale, il miglioramento delle prestazioni e della qualità dei servizi destinati ai cittadini

 


 

Dal sito governativo:  Non solo fannulloni - Concorso “Premiamo i risultati”

 

Che cos’è il concorso “Premiamo i Risultati”

E’ un concorso promosso dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione - Dipartimento della Funzione Pubblica, finalizzato a premiare i risultati e l’impegno a migliorare le performance nonché a valorizzare gli esempi di buona amministrazione.

Il concorso comprende quattro diverse sezioni:

    * miglioramento del servizio erogato e della soddisfazione dei relativi clienti
    * miglioramento nelle pratiche di gestione e nella soddisfazione del personale
    * ampliamento delle relazioni con gli stakeholder esterni nella progettazione e/o valutazione dei servizi e delle politiche
    * riduzione dei costi di funzionamento

Perchè Partecipare

Partecipare all’iniziativa è un’opportunità:

    * per gli uffici e  le amministrazioni che si candidano, di verificare la propria capacità di pianificare interventi di miglioramento.
    * per gli uffici e le amministrazioni ammesse, di misurarsi con la sfida del miglioramento, secondo un percorso dichiarato che individua risultati attesi e tempi certi per il loro raggiungimento.
    * per gli uffici e le amministrazioni finaliste, di ottenere una valutazione esterna dei risultati ottenuti.
    * per gli uffici e le amministrazioni premiate, di ricevere un riconoscimento pubblico, introdurre elementi di meritocrazia nella contrattazione decentrata e partecipare, ad azioni di diffusione e valorizzazione dell’esperienza realizzata.




Ecco uno stralcio del documento inviato per la partecipazione al concorso

 

SEZIONE C – INFORMAZIONI RELATIVE ALLE ATTIVITA’  DA REALIZZARE

C.1  Descrivere il problema che si intende affrontare con il piano di miglioramento e le
caratteristiche della situazione di partenza, anche attraverso indicatori rilevanti che evidenzino quantitativamente e qualitativamente le aree di criticità  (max 5 righe):

La pubblica amministrazione, in Italia, spende, ogni anno, miliardi di euro per l’acquisto e l’aggiornamento del software commerciale (windows, microsoft office, antivirus, nero, photoshop, ecc…). Col software libero è possibile fare le stesse cose gratuitamente. Ogni computer costa alla P.A., solo per licenze software, non meno di 600,00 € in prima installazione e 150,00 € per anno in aggiornamenti. 


C.2  Descrivere gli obiettivi del piano di miglioramento (max 5 righe):

Portare la P.A., all’utilizzazione del software libero con enorme risparmio economico. Fare utilizzare formati non proprietari consentendo al cittadino di potere visualizzare ed utilizzare la documentazione degli enti pub-blici senza dovere comprare software commerciale per la loro consultazione. Ridurre la dipendenza informa-tica della P.A. italiana, dal monopolio da qualche multinazionale. Evitare che la scuola produca negli studenti, uomini di domani, l’attuale dipendenza al software commerciale.


C.3  Descrivere le attività previste (max 20 righe):

Il progetto si prefigge lo scopo di rendere la scuola fruitrice e promotrice  delle libere risorse sof-tware (open source, software libero e software free) oggi copiosamente disponibili e di ottima qua-lità. Questo con la costituzione di un gruppo di lavoro formato da cinque squadre, ognuna compo-sta da un docente e due alunni assistenti. Le squadre apprenderanno, sotto la guida del Prof. An-tonio Cantaro, il funzionamento del software libero, fino a diventare competenti nell’utilizzazione e nella divulgazione dello stesso software. Le squadre, quindi, si rivolgeranno alle scuole del territo-rio, alla pubblica amministrazione, agli enti pubblici territoriali ed alle aziende private, per la diffu-sione del software libero. L’Istituto di Istruzione Superiore “E.Majorana” di Gela, organizzerà corsi di alfabetizzazione informatica per il software libero, presso i propri laboratori che sono già attrez-zati con macchine prive di software commerciale. Saranno realizzati due tipi di “corso”. Il primo “corso di base”, mirante a formare l’utilizzatore del software libero. Il secondo “corso avanzato”, mirante a formare il divulgatore del software libero. Il “corso di base” sarà propedeutico al “corso avanzato”. Al “corso avanzato” parteciperanno coloro che intendono divulgare, nelle loro rispettive amministrazioni, il software libero. In definitiva otterremo personale utilizzatore immediatamente operativo e personale divulgatore in grado di proseguire l’opera di diffusione nella propria ammini-strazione.
  

C.4  Descrivere  i  risultati  attesi,  sia  quantitativi  che  qualitativi,  anche  in  termini  di impatto sugli stakeholders interni ed esterni (max 10 righe):

Instradare la pubblica amministrazione, gli enti pubblici e privati e le aziende del territorio all’utilizzazione del software libero, con conseguente immediato risparmio di risorse economiche. L’amministrazione della provincia di Bolzano, di non grandi dimensioni, avendo adottato il software libero, da sola risparmia oltre un milione di euro l’anno. Il nostro Istituto Majorana, a parità di spe-sa, ha raddoppiato le postazioni computer nell’aula d’informatica (da otto a sedici computer), ri-nunciando al software commerciale in favore del software libero. Il risultato complessivo, atteso in un anno, è di fare migrare al software libero 1200 computer già in uso e di evitare l’acquisto di sof-tware proprietario per 300 nuove macchine. Risparmio per la migrazione € 200,00 cadauno, per il nuovo € 800,00 cadauno. Complessivamente: 1200x200+300x800 = € 480.000,00. In aggiunta, ma non meno importante, la non-dipendenza informatica (software e formati proprietari).

Ecco l'ntegrazione al documento inviato per la partecipazione al concorso

Come da colloquio telefonico, con la presente fornisco ulteriori notizie a completamento ed integrazione di quanto comunicato in merito al concorso “Premiamo i Risultati”.

 

Si specifica che il Dirigente Scolastico, Prof. Vito Parisi, è direttamente interessato ed in prima persona al “concorso” e da lui è partita l’idea della partecipazione allo stesso. Il recapito telefonico del Prof. Parisi è 0933-937424   0933-930464 (presidenza e segreteria dell’Istituto Majorana di Gela). Il prof. Antonio Cantaro resta il responsabile e l’ideatore dell’attività per la diffusione del software libero. Rispetto al momento della presentazione della richiesta di partecipazione al concorso, sono intervenute le seguenti novità:

 

1 – Si stanno realizzando dei corsi interni per la formazione di docenti ed alunni per quanto attiene il software libero. Il personale dipendete dell’amministrazione, coinvolto sarà di  35 unità (docenti e personale ATA, escluso il dirigente), per una percentuale complessiva del 44%;

 

2 – Siamo in fase di stesura di una convenzione con l’amministrazione del Comune di Gela, per la migrazione al software libero della stessa amministrazione (corsi per il personale e supporto tecnico).

 

3 – Abbiamo organizzato il LinuxDay 2008 nel nostro Istituto, col patrocinio del Comune di Gela, e siamo stati i primi in Sicilia ad essere stati invitati a siffatta organizzazione e ad avervi aderito.

 

4 – Da ieri, 13-10-2008 OpenOffice.org (il software libero e ben nota suite per ufficio), nel sito Ufficiale Italiano  http://it.openoffice.org/ , ha pubblicato, quali uniche guide per la suite OpenOffice 3, le guide gratuite realizzate dal Prof. Antonio Cantaro, contenute nel sito dell’Istituto Majorana:

 

http://www.istitutomajorana.it

 

Restiamo a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti e/o integrazioni.

 

Distinti saluti.

 

Prof. Antonio Cantaro

 

________________

 

http://www.istitutomajorana.it

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 


 

La nostra partecipazione al concorso 

Pagina 23 della lista dei partecipantiEd ecco la pagina 23 della lista dei partecipanti al concoro. La nostra scuola è evidenziata con riquadro in rosso. (click sull'immagine per ingrandirla). 

Facendo click sui sottostanti bottoni si potrà consultare la lista completa ed il modulo di partecipazione del nostro Istituto, in versione integrale.

 

 


 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 20 ottobre 2008 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D