Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

La Russia passa al software libero PDF Stampa E-mail
mercoledì 05 novembre 2008

L'amico di web, Albe, attento e sensibile al software libero, mi segnala un'interessante notizia che riporto immediatamente.

 



Russia, il governo russo vuole le scuole con software libero

La Germania passa al software liberoLe scuole russe passano al software libero
23 ottobre 2008

Dopo alcuni mesi di sperimentazione , il governo Russo (come annunciato dal Ministro delle Comunicazioni Igor Shchegolev) ha deciso che tutte le scuole dello stato dovranno utilizzare software libero, che, tra le altre cose, permetterà di risparmiare una somma non indifferente di denaro pubblico (tema piuttosto delicato anche da noi). Infatti, le scuole che vorranno utilizzare software proprietario dovranno ricorrere ai propri fondi per pagare le licenze degli stessi.

La notizia è tratta dal blog di Lorenzo Sfarra


 

Le scuole russe abbandonano Windows per paura di ripercussioni legali

Vi ho già parlato della brutta storia che ha visto coinvolto un povero preside russo, finito in grossi guai per aver usato copie pirata di Windows Xp.

Un pò a dimostrazione della mia teoria: “la pirateria danneggia… il software libero, non i produttori di software closed source”, è arrivata la notizia che le scuole della regione di Perm, dove è avvenuto l’arresto del professore, smetterano di acquistare software commerciale e chiuso ed introdurranno nelle scuole Gnu/Linux.

Ad ulteriore dimostrazione di quanto l’uomo non voglia affatto imparare dai propri errori, registro che i professori non sono entusiasti del cambiamento perché la maggior parte di loro conosce solo Windows e non c’è nessuno che sappia loro spiegare il funzionamento di Linux.

Eppure sono certo che se le minacce di deportazione nei Gulag siberiani si spostassero dai Presidi ai professori anche questi ultimi diventerebbero improvvisamente “entusiasti” sostenitori della (loro) libertà.

La notizia è tratta dal sito doxaliber.it 

 


 

Preside russo finisce nei guai per software pirata

I procuratori accusano Ponosov, preside di una scuola media nella regione di Perm, di aver violato la proprietà intellettuale di Microsoft, utilizzando nella sua scuola computer che contenevano copie non licenziate del software dell’azienda di Redmond.

Naturalmente Microsoft non ha accolto la richiesta di clemenza avanzata da Gorbaciov, la risposta è stata:
Il caso di Ponosov riguarda un reato penale avviato e indagato dalla magistratura russa - si legge nella nota - Siamo certi che le corti russe prenderanno le decisioni appropriate»..

La notizia completa è visulaizzabile dal sito doxaliber.it 

 


 

Russian schools abandon Windows after piracy scare

Per chi si diletta a leggere l'iglese eccovi un'altra pagina dal noto sito theinquirer

 


 

Voglio solo aggiungere: auguri e complimenti alla Russia.

Ma cosa aspetta l'Italia a fare lo stesso?

Noi del Majorana, nel nostro piccolo ci stiamo battendo per il software libero e, debbo dire, con molte soddisfazioni. Basta un poco di buona volontà e tutto è possibile. 

Nel nostro piccolo siamo avanti alla Russia, nel senso che la nostra scuola senza l'aiuto del governo ha già aiutato l'Istituto Capuana a passre al software libero e sta curando la migrazione del comune di Gela:

L’onda dilaga il Capuana passa a Linux

Comune di Gela passa al software libero 

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D