Consenso all'uso dei cookies

PerchŔ passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

La Norvegia verso il software libero PDF Stampa E-mail
giovedý 27 novembre 2008

Dopo la Germania, la Russia e tante altre nazioni, anche la Norvegia passa al software libero. L’Italia, politicamente, resiste. Eppure si cerca di risparmiare, in tutti i settori, come mai, dove si potrebbe risparmiare molto e senza alcun sacrificio non lo si fa? Certo il software libero non si compra e quindi….

Si riporta l’articolo pubblicato dal Corriere della sera.it


La Norvegia verso il software libero

Norvegia verso il software liberoObiettivo: risparmiare e ridurre le dipendenze da applicativi MILANO

Crisi finanziaria o svolta etica, la Norvegia taglia i costi dell’infrastruttura informatica: si passerà al software libero. Niente più soldi per la licenza del pacchetto Office di Microsoft, gli applicativi per l’ufficio nelle amministrazioni pubbliche saranno sostituiti dalla piattaforma OpenOffice. Un bel risparmio. L’obiettivo è più ampio: ridurre in generale tutte le dipendenze da applicativi proprietari, questo passaggio quindi, potrebbe essere solo il primo passo verso una migrazione complessiva delle infrastrutture. Finalità ambiziosa visto lo stanziamento attuale: solo 225 mila euro.

OPENOFFICE - Il finanziamento messo a disposizione dal ministro per le Riforme, Heidi Grande Roeys, andrà al Norwegian Open Source Competence Center che aiuterà le pubbliche amministrazioni nel passaggio tecnico e formativo. OpenOffice è la più importante alternativa «aperta» all'applicazione per ufficio Microsoft Office, dominante su tutti i mercati. Nata nel 2000 sulle ceneri del progetto StarOffice, la suite per l’ufficio viene rilasciata con licenza aperta (Lgpl) da Sun Microsystems che ne è titolare. Open Office viene già utilizzata in alcune amministrazioni pubbliche europee come quella di Monaco di Baviera (e altri nove municipi tedeschi), e Vienna. In Italia è in uso presso circa 60 Comuni delle provincia di Bolzano e molte tra le tante province che, anche senza aiuti statali, puntano al risparmio e alla qualità. È possibile provare OpenOffice anche per un uso domestico, l’applicativo è scaricabile in lingua italiana, ovviamente in forma gratuita, presso il sito ufficiale del progetto.

ESEMPI - Più in generale il passaggio delle amministrazioni pubbliche al free software vede alcuni casi significativi in Francia dove la Gendarmerie e il Parlamento sono in fase di migrazione quasi completa, e in Spagna nella regione dell'Estremadura. Naturalmente c’è chi lamenta alcune difficoltà, in particolare nell’uso di OpenOffice. La compatibilità con i formati proprietari di Microsoft Office pare non essere ancora del tutto completa. Inoltre OpenOffice necessita di una certa potenza di calcolo per operare al meglio. Questo non si sposa con la causa di chi favorisce programmi il cui funzionamento è rapido anche su macchine riciclate o non di ultimissima generazione.

Lavinia Hanay Raja
27 novembre 2008


Fonte: pagina originale

 

    Per le guide click sull'immagine        

OpenOffice3 pubblicate le guide del Majorana

Anche noi del Majorana stiamo dando una mano alla diffusione del software libero, Infatti:
Il sito Ufficiale di OpenOffice Italia con la versione 3 della “suite”, pubblica le guide del Majorana di Gela. Non possiamo che essere orgogliosi di avere dato un aiuto per la diffusione di questa stupenda suite per l’ufficio (e per la casa). 
    
Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D