Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

Partizione /home, reinstalla conservando PDF Stampa E-mail
martedì 28 aprile 2009

La partizione /home, in Ubuntu, per reinstallare conservando i dati e le personalizzazioni

 

Guida alla partizione /home

Domanda 

Come posso manterene i dati e le personalizzazioni dovendo reinstallare Ubuntu?

 

Risposta

Con Ubuntu è possibile mantenre i propri dati (Segnalibri, posta, impostazione dei programmi, ecc..) a condizione che alla prima installazione si sia creata anche la partizione /home. Tutta la procedura  per creare e riutilizzare la partizione /home è riportata nella sottostante guida.

 

Guida alla partizione /home

Ubuntu utilizza una cartella home (la corrispondente di Documents and Settings di Windows) dove sono contenute le personalizzazioni e i dati (segnalibri, posta, ecc..). Ovviamente reinstallando il sistema operativo, questi dati e personalizzazioni vengono perduti, in quanto la cartella home si trova nella stessa partizione del sistema operativo. Ubuntu, però, offre la possibilità di creare una partizione “/home”, indipendente. Tanto significa che il sistema operativo verrà installato nella partizione che ha punto di mount “/” (senza virgolette), mentre la partizione con punto di mount “/home” (senza virgolette), conterrà i nostri dati e le personalizzazioni. Di conseguenza possiamo reinstallare Ubuntu nella partizione “/”, senza dovere formattare la partizione “/home”. In questo modo, in seguito ad una reinstallazione di Ubuntu, verranno conservati  i “dati” e  le “personalizzazioni” che ci ritroveremo, così come erano prima, nel sistema appena reinstallato. Vediamo come procedere se vogliamo la utilizzare la partizione “/home”.

PRIMA INSTALLAZIONE DI UBUNTU

Quando si installa Ubuntu per la prima volta, conviene lanciare il CD-DVD in modalità live. Quindi apriamo l'editor di partizioni Gparted e creiamo le partizioni, secondo la guida:

Se ci troviamo con una partizione bloccata (simbolo delle chiavi), click col destro del mouse su essa  e scegliere "Smonta". Creiamo quindi, con Gparted, la partizione Ext3 (o Ext4) per Ubuntu (che, in fase d'installazione,  monteremo come  "/" ). Quindi, creiamo la partizione Ext3 (o Ext4) per la home (che, in fase d'installazione,  monteremo come    "/home" ) ed infine, creiamo la partizione Linux-Swap. Adesso siamo pronti e possiamo procedere con l'installazione di Ubuntu. Dopo le prime schermate del programma di installazione, arrivati al partizionamento, scegliamo  il Metodo manuale e procediamo come di seguito descrittto.

1 – Evidenziare e modificare (click destro del mouse)  la partizione Ext3 (o Ext4) dedicata ad Ubuntu e predisponiamola come file journal ext3 (oppure file journal ext4), mettiamo la spunta sul quadratino della formattazione e scegliamo come punto di mount “/” .

2 – Facciamo la stessa operazione di modifica anche per la partizione destinata alla nostra home, compresa la spunta sulla formattazione e montiamola come “/home” (punto di mount).

Ora possiamo procedere e concludere l'installazione.


SUCCESSIVE INSTALLAZIONI DI UBUNTU

Quando reinstalliamo Ubuntu, arrivati al partizionamento, scegliamo  il Metodo manuale. Quindi procediamo come di seguito descrittto.


1 – Evidenziare e modificare (click destro del mouse)  la partizione Ext3 (o Ext4) dedicata ad Ubuntu e predisponiamola come file journal ext3 (oppure file journal ext4), mettiamo la spunta sul quadratino della formattazione e scegliamo come punto di mount “/” .

2 – Facciamo la stessa operazione di modifica anche per la partizione destinata alla nostra home, ma NON mettiamo la spunta sulla formattazione,  quindi montiamola come “/home” (punto di mount).

In sostanza, dobbiamo modificare anche la "/home" dandole  il punto di mount, ma NONdobbiamo formattarla (questa è l'unica differenza con la "prima installazione di Ubuntu").

Ora possiamo procedere e concludere l'installazione. Riavviando Ubuntu troveremo tutte le nostre precedenti personalizzazioni nel nuovo sistema appena reinstallato.

 

Nota: personalmente preferisco non creare la partizione /home. Tanto in quanto potrebbe risultare d'intralcio per la realizzazione dell'immagine di sistema o nel caso di utilizzazione di Remastersys (vedasi punto 5 della pagina linkata). Inoltre, con l'installazione di versioni successive di Ubuntu, alcune personalizzazioni potrebbero non funzionare. Purtuttavia è giusto riportare che alcuni ritengono utile la partizione /home.

 


Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D