Realizzato dal Prof. Ing. Antonio Cantaro

Motivo n° 11 - Libertà e non più catene: no alla dipendenza!


Libertà e non più catene

Linux e il software "Open Source" sono "liberi" e, per essi, la licenza più comune è la GPL (General Public Licence). Questa licenza permette a chiunque di copiare il software, vedere il codice sorgente (la "ricetta"), modificarlo, e ridistribuirlo gratuitamente o dietro compenso, ma sempre assieme al codice sorgente. Il grande vantaggio del software distribuito secondo queste condizioni è che se qualcuno desidera migliorarlo, può farlo, distribuendo poi la nuova versione. Questa pratica contribiusce ad avere eccellenti programmi, scritti da sviluppatori differenti.
Ma torniamo a noi, potremmo chiederci:  .. ma che ti interessa della libertà? Potrei rispondere:  immagina che Microsoft scompaia domani (ok, magari non proprio, ma tra 5 o 10 anni, forse?). Oppure immagina che triplichi improvvisamente il prezzo di una licenza di Windows o Office. Se sei legato a Windows, non c'è nulla che tu possa fare. In questo caso tu e il tuo lavoro dipendete da questa azienda, dal suo software. In pratica, non puoi far funzionare nulla senza di esso (a che serve un computer senza sistema operativo?). Non è un problema serio? Mai dipendere da una sola fonte!!  Se Microsoft decidesse di vendere la prossima copia di Windows a 5000 €, non c'è niente che tu possa fare (eccetto che passare a Linux, ovviamente).
Con l'Open Source, se un particolare progetto o azienda muore, tutto il codice rimane alla comunità in quanto aperto e libero, quindi sarà possibile continuare a migliorarlo. Se questo progetto ti è particolarmente utile, puoi farlo anche da solo o con l'aiuto di qualche altro.


Pubblica amministrazione e scuola: no alla dipendenza!

Per quanto riguarda l'amministrazione pubblica però, non si può fare solamente un discorso di risparmio e di efficienza. Esiste infatti un'altra ragione rilevante per passare al software libero.

Troppo spesso i documenti pubblici sono salvati in formati proprietari, quasi sempre leggibili soltanto dai programmi commerciali con cui sono stati creati. …. E se fra 20 anni la chiave di codifica non dovesse essere più disponibile? Ci sono già stati casi di documenti pubblici persi perché scritti in un formato ormai non più leggibile. Ancora, perché mai l'amministrazione pubblica deve obbligare i cittadini a comprare software proprietario per accedere a documenti pubblici?
Ma, soprattutto nella scuola, utilizzare software e formati proprietari è sicuramente ingiusto e pericoloso! È come offrire sigarette gratis ai giovani: si crea dipendenza. In questa maniera i ragazzi vengono costretti a usare software proprietario (a pagamento) anche a casa e continueranno ad usarlo anche dopo aver conseguito il diploma. Questo il vero motivo per cui molti produttori di software offrono le licenze "educational" a basso prezzo. Non è certo per beneficenza ma per creare "dipendenza" nei giovani che rappresentano i clienti del domani (allora pagheranno e di brutto).

Libertà e non più catene: no alla dipendenza!
Libertà e non più catene
no alla dipendenza microsoft
Ci sono, almeno, 27 validi motivi per innamorarsi di Linux
Microsoft Windows Vista? No, grazie!!

Microsoft Windows Vista, pubblicizzato come sistema operativo rivoluzionario e innovativo, assieme a qualche bell'effetto grafico e funzionalità di sicurezza leggermente migliori, include anche molte restrizioni per l'utente! Restrizioni che Microsoft, la stampa e negozianti cercheranno di tenervi nascoste il più possibile.
Trusted Computing con Digital Rights Management (DRM), il cui significato letterale è gestione dei diritti digitali, si intendono i sistemi tecnologici mediante i quali i titolari di diritti d'autore (e dei cosiddetti diritti connessi) possono esercitare ed amministrare tali diritti nell'ambiente digitale, grazie alla possibilità di rendere protetti, identificabili e tracciabili tutti gli usi in rete di materiali adeguatamente "marchiati".


Il Trusted Computing (TC) ha l'obiettivo dichiarato di produrre computer più sicuri mediante l'uso di opportune protezioni hardware e software. Un pericoloso effetto collaterale del TC è quello di imporre delle restrizioni irragionevoli e pesanti su come i legittimi proprietari possano usare i propri computer. Queste sigle indicano tecnologie atte ad impedire agli utenti di fare quello che vogliono col proprio pc. Un'anticipazione sono le attuali tecnologie DRM che vi impediranno di copiare i cd audio o dvd, ma anche di vederli su pc diversi o guardarli su tutti i lettori. Se avete acquistato musica su internet o un cd con queste protezioni probabilmente vi sarete già imbattuti in queste restrizioni, spesso molto fastidiose e che vi impediscono di fruire completamente del vostro acquisto. Ad esempio già ora potete ascoltare un brano musicale solo dal pc con cui l'avete scaricato se questo contiene DRM, come file .wmv, .wma, .aac acquistati su jukebox online, ma anche file della stessa natura creati da voi stessi potrebbero crearvi problemi se eseguiti su altri computer, soprattutto quando vi sarà impedito di esportare i contenuti in altri formati di file... Queste tecnologie, spacciate come strumento della lotta alla pirateria, sono state potenziate in Vista ed estese a tutto ciò che si può fare col pc. Non si tratta solo di non poter ascoltare su di un altro PC la musica, sia quella pirata che quella regolarmente acquistata. Sarete vincolati anche in tutto il resto! Dai componenti hardware, ai programmi più comuni, addirittura ai vostri documenti, immagini, filmati che vorreste conservare. A decidere cosa fare col vostro PC non sarete più voi! Inizialmente queste protezioni saranno poco applicate, o facilmente aggirabili. Questo, del resto, e' l'unico modo per far si che queste tecnologie si diffondano. Sono già celebri, per gli addetti ai lavori, le dichiarazioni di un importante uomo del settore che afferma come l'unico modo per far si che gli utenti accettino queste tecnologie e' ingannarli sulla loro natura.
In futuro, quando saranno sufficientemente diffuse potranno essere usate nel pieno delle proprie potenzialità, senza che nessuno possa far nulla per impedirlo o evitarle. E non limiteranno solo quelli che usano Windows Vista, ma anche i fruitori di altri sistemi perchè ciò che e' protetto da queste tecnologie non sarà utilizzabile su sistemi diversi da Vista, mentre chi usa Vista non potrà visualizzare lavori fatti da chi non usa queste protezioni!

Pensateci bene, una volta che sarete legati alle tecnologie TC non potrete più tornare indietro senza perdere tutto quello che avete creato, scritto, archiviato. La vostra tesi di laurea, il filmato del vostro matrimonio, le foto dei vostri figli potrebbero non essere più visualizzabili dopo pochi anni solo perchè il pc su cui le avete scaricate si e' rotto e su quello nuovo mancheranno le certificazioni necessarie a visualizzarle, certificazioni che sono andate perse con la rottura del vecchio PC o perchè le stesse tecnologie di protezione si saranno evolute perdendo la compatibilità con la versioni precedenti. Insomma, vogliono dirci cosa poter installare e cosa poter guardare, quando acquistiamo qualcosa non saremo più liberi di farne quello che vogliamo, blinderanno ogni nostro filmato, foto, documento all'interno di formati proprietari intoccabili da altri sistemi!
Roberto Molinari
Guarda il filmato, le vittime siamo noi!